Appena saputo, girovagando in internet, che a settembre il MIUR avrebbe emesso il bando per la selezione delle cl@ssi 2.0 ho capito subito che si trattava di un progetto interessante e che una scuola come il Fusinieri che, da sempre, ha cercato di introdurre innovazioni attraverso le tecnologie digitali, non poteva lasciarsi sfuggire.


Con alcuni colleghi e con il supporto del Dirigente scolastico, prof.ssa Adriana Campesan, ci siamo subito chiesti quale potesse essere per noi una buona Idea 2.0.

Il Fusinieri è un istituto tecnico ad indirizzo economico e informatico e, con il Nuovo Ordinamento, ha avuto anche l’indirizzo relazioni internazionali. L’Idea 2.0 quindi, a mio avviso, non poteva essere generica e riferita semplicemente ad un maggiore utilizzo di strumenti digitali nella didattica delle diverse discipline ma doveva prevedere contenuti e metodologie originali all’interno delle discipline di indirizzo.
Da tali considerazioni, mettendo insieme le nostre competenze informatiche con quelle di tipo economico aziendale e tenuto conto dell’ interesse che abbiamo sempre avuto nei confronti della realtà aziendale locale (da molti anni oramai un elevato numero di nostri studenti partecipa a stage aziendali estivi, a stage all’estero – progetto Leonardo – ed anche a stage post-diploma) da un lato e dell’analoga sensibilità e attenzione che la realtà economica presente sul territorio vicentino ha nei nostri confronti dall’altro, abbiamo progettato con entusiasmo la nostra Idea 2.0.

Al centro abbiamo quindi posto “lo Sviluppo sostenibile e la Responsabilità Sociale d’Impresa” che attraverso una forte interazione con il territorio e l’uso diffuso delle tecnologie ci consentisse di attivare una didattica innovativa e tale da sensibilizzare i nostri studenti con l’obiettivo di far diventare anche la nostra scuola eco-sostenibile.

E’ così che ci siamo anche prodigati successivamente per stabilire contatti con le istituzioni locali: Amministrazione Provinciale e Comunale, Istituti Bancari, Confindustria, Camera di Commercio, Aziende socialmente responsabili non solo per avere qualche finanziamento che ci consentisse di dotare al meglio la classe prescelta di tecnologie digitali ma anche perchè convinti che l’interazione con il mondo esterno costituisca per gli allievi una notevole opportunità di apprendimento e sia anche condizione necessaria allo sviluppo di scuola moderna.

Ci siamo interrogati molto su come utilizzare i finanziamenti per l’acquisto di risorse che costituissero un investimento durevole per la classe e per l’istituto convinti che l’esperienza che avevamo appena intrapreso dovesse essere anche durevole nel tempo e non necessariamente soggetta, come spesso accade, alle scadenze che piò o meno tutti i progetti hanno. Se doveva essere l’occasione per avviare una reale innovazione didattica questa doveva, nel tempo, dall’esempio della classe 2.0 propagarsi ad altre classi dell’istituto.

Purtroppo i tempi iniziali di avvio della sperimentazione non sono stati rispettati e quindi le attività didattiche vere e proprie, nell’ottica 2.0, dopo una fase di “rodaggio” e di confronto costruttivo sulle modalità di realizzazione, sono iniziate soltanto nella terza parte dell’anno scolastico come si può desumere dalla descrizione delle attività descritte su questo sito.

Oltre alla dotazione hardware ci siamo anche chiesti quali fossero gli strumenti software più adeguati sia per incentivare l’interazione con e tra gli studenti sia per documentare le nostre attività. In un primo tempo la scelta più semplice è stata quella di utilizzare la piattaforma Moodle già in uso nella scuola e, per qualche insegnante, anche nella classe. Ho quindi all’interno della classe 2B creato 14 “Corsi” uno per ciascuna disciplina di studio accessibili soltanto dalla classe e dal docente di quella disciplina, uno accessibile a tutti gli studenti e i docenti del Consiglio di Classe ed un altro accessibile soltanto ai docenti.
La piattaforma è servita quindi sia per la didattica curricolare che per la documentazione iniziale di tutte le esperienze di diverso tipo inserite nel progetto specifico della cl@sse 2.0.
Successivamente abbiamo deciso di attivare anche un’area su wordpress “fusinieri2puntozero” per dare maggiore visibilità al progetto e raccogliere in maniera più ordinata e organica tutti i materiali di documentazione prodotti dagli studenti nello svolgimento delle diverse attività.

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: